Festa di Primavera – Seconda Edizione

1

23 maggio 2015, Primavera ancora piena quella di “Progetto Sirio – Per il benessere psicologico” di Mola di Bari che ha organizzato la II Edizione della “Festa di Primavera – rinascere oltre le difficoltà, nell’atmosfera incantevole del Castello Angioino.

L’iniziativa dopo la precedente edizione svoltasi a Bari, quest’anno è stata inserita nell’ambito della Primavera della Cultura del Comune di Mola di Bari e ha avuto come tema fondante le radici e la rinascita oltre le difficoltà. L’evento strutturato in forma di workshop ha voluto soffermarsi sul tema: “Il paradiso a misura di bambino – Come spiegare ai i nostri piccoli i momenti difficili che vivono i loro genitori”. L’appuntamento è stato occasione per la diffusione di buone prassi nella gestione dei momenti difficili che possono coinvolgere le famiglie, proponendo diversi interventi sul tema della perdita declinata nelle sue diverse accezioni: la perdita di lavoro o di un affetto, un divorzio come distacco traumatico dai genitori.

La giornata di lavori ha cercato di fornire chiavi di lettura e spunti pratici a chiunque si trova ad interfacciarsi con i bambini in momenti difficili della loro esistenza (genitori, docenti, pediatri, studenti universitari di psicologia, educatori, esponenti del Terzo Settore locale etc.).

Al numeroso pubblico che ha partecipato all’evento si sono rivolte anche le parole del Sindaco di Mola di Bari Dott. Stefano Diperna che ha voluto sottolineare come “è importante la condivisione delle esperienze, degli affetti, delle emozioni, a partire soprattutto dalla propria famiglia, in particolare con i propri figli“. Inoltre, ha posto l’accento sul “fondamentale ruolo dell’associazionismo e di tutte le organizzazioni del Terzo Settore che collaborano con il Comune di Mola di Bari, citando in particolar modo l’Associazione Progetto Sirio, distintasi nel colmare i deficit delle istituzioni derivanti spesso da mancanza di fondi causata da tagli o situazioni contingenti. Una risposta quella di Progetto Sirio responsabile, professionale e riguardante una tematica sommersa, taciuta e molto spesso negata come la perdita nelle sue diverse sfaccettature. Per la prima volta, un’Associazione si occupa di questo, prendendo in considerazione una fascia di popolazione a cui non si sapeva come poter offrire aiuto”.

Lascia un commento